Il flash mob di Legambiente per il 35° giorno di superamento della soglia per le polveri sottili

Ieri il Flash mob di Legambiente in Galleria Vittorio Emanuele per denunciare il 35° giorno di superamento della soglia per le polveri sottili in Lombardia. Il servizio di C6 Tv mostra la rumorosa denuncia dell'associazione e l'intervista a Andrea Poggio, vicedirettore nazionale di Legambiente, secondo cui le colpe sono da attribuire soprattutto a camion e furgoni che circolano abusivamente in tutta la regione:

Denunciamo i 15o mila camion e furgoni che circolano abusivamente in Lombardia nonostante il divieto della Regione. Ogni giorno inquinano come 13 milioni di auto a benzina. Chi dovrebbe controllare che il divieto venga rispettato? Regione e Provincia, che non fanno nulla per scongiurare il problema, inadempienti e colpevoli.

Le rilevazioni di Arpa Lombardia danno 34 giorni di superamento degli inquinanti in base alla concentrazione consecutiva su una sola centralina, quella del Verziere, mentre Legambiente ne calcola 35 tenendo presente tutti gli impianti. Dettagli che non cambiano la sostanza. Intanto è nuovamente scattato lo stop agli Euro 3 senza filtro antiparticolato nei Comuni, compreso quello di Milano, che hanno aderito al patto provinciale: alt dalle 8,30 alle 18 per i veicoli privati e dalle 7,30 alle 10 per i commerciali.

Buone notizie? Nella città ammorbata da Pm10 il black carbon, ovvero la parte più fine e tossica delle micropolveri, è in diminuzione da quando è stata istituita l’Area C. Meno 30 per cento in città, addirittura meno 48 nelle zone pedonali, secondo le analisi di Amat.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: