I giardini di piazza Durante saranno intitolati a Fausto e Iaio

toponomastica milano, fausto e iaio, milano lambrateHo sempre trovato molto significativi i momenti in cui le giunte mettono mano alla toponomastica. Quasi come se cambiare il nome di una via, di una piazza o di un giardino avesse ripercussioni sulla vita stessa del luogo e dei suoi abitanti, modificando così la storia della città.

Certo, a volte i cambiamenti assumono connotati politici - ricordo il tentativo fallito della giunta Moratti di intitolare una via a Bettino Craxi o quello in corso della giunta Pisapia a favore di Enrico Berlinguer - ma fortunatamente la maggior parte delle volte sono quelli civili e culturali ad avere la meglio, come nel caso - sempre morattiano, ma questa volta apprezzabilissimo - delle quattro vie del quartiere Adriano intitolate a Gassmann, Tognazzi, Mastroianni e Totò.

Anche la giunta Pisapia ha iniziato a occuparsi della toponomastica, dimostrando un profondo interesse per un periodo della storia di Milano tra i più interessanti e oscuri, gli anni di piombo, tra gli anni 70 e i primi anni 80. Proprio oggi, infatti, passerà in giunta la proposta di intitolare i giardini di piazza Durante a Fausto Tinelli e Lorenzo Iannucci, meglio noti come "Fausto e Iaio", i due ragazzi del Leoncavallo uccisi in via Mancinelli la sera del 18 marzo 1978 da estremisti di destra per motivi mai determinati con certezza dagli inquirenti.

Una decisione che segue giusto di pochi mesi quella di intitolare i giardini di piazza Gobetti, a poche centinaia di metri da piazza Durante e da via Mancinelli, ai poliziotti Carlo Buonantuono e Vincenzo Tumminello, uccisi dai Nuclei Armati Rivoluzionari nel 1981. Non so a voi, ma a me questa scelta dei nomi piace molto. Se non altro per la speranza che possano diffondere un po' di tensione civile, una cosa di cui abbiamo proprio bisogno.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: