Le rotaie su sede promiscua, incubo per le due ruote

Restiamo in tema di viabilità, problema numero uno secondo me, della nostra città. Di recente mi è capitato di andare per la prima volta in vita mia a Amsterdam e siccome sono vecchio per i coffee shop, una delle cose che mi ha colpito di più è stato vedere lo stato delle strade in cui passano i tram: perfette.

Venendo da Milano dove i tram sono uno dei simboli della città, l'occhio mi cadeva sulle rotaie ogni volta che attraversavo una strada. L'asfalto lì è liscio come un tavolo da biliardo; non c'è una buca, non c'è una grinza, nemmeno un'ondina. Eppure molte delle strade principali ospitano rotaie in "sede promiscua" (come dice il codice della strada italiano, cioè non in una corsia dedicata).

Voglio capire perché la sede promiscua olandese è meglio di quella italiana. Avete delle idee in proposito? Sarà colpa dei materiali scadenti usati qui per asfaltare le strade? Saranno rotaie diverse? Forse i tram milanesi producono più vibrazioni? Io una risposta non ce l'ho, sono troppo impegnato a non spezzarmi l'osso del collo ogni volta che passo in scooter in una strada milanese dove ci sono le rotaie del tram...

  • shares
  • Mail
11 commenti Aggiorna
Ordina: